728x90 AdSpace

  • News

    Powered by Blogger.
    giovedì 16 aprile 2015

    Espulso dalla Polizia Fabio Tortosa, il poliziotto che rivendicava il massacro alla Diaz

    [post_ad]"Questa mattina Fabio Tortosa verrà sospeso dal servizio". Così il capo della Polizia Alessandro Pansa ha risposto ai cronisti in merito alle frasi scritte su Facebook dal poliziotto a proposito dei fatti della Diaz. "Oggi i Reparti Mobili, la polizia, sono un'altra cosa, sono diversi. La polizia è paladina della legalità", ha sottolineato Pansa, aggiungendo che "se c'è qualcuno che sbaglia, sbaglia lui e verrà sanzionato".

    Trai tanti commenti risalta sicuramente quello del PM Zucca, il magistrato che condusse l'inchiesta sulle torture della Diaz.

    Intervistato dall'Huffington Post, ecco le sue parole:


    -Il poliziotto Fabio Tortosa rivendica l'irruzione alla Diaz, quale impressione riceve dalle sue parole?

    È l'emersione nemmeno tanto sorprendente di una subcultura che alligna nei corpi di polizia di tutto il mondo. Tra l'altro, accanto alle espressioni di rivendicazione del massacro ha usato un linguaggio poco gentile anche nei miei confronti. Ho visto di peggio, certo rimango un magistrato della Repubblica e Tortosa è un poliziotto, siamo entrambi funzionari dello Stato.

    -
    Sta dicendo che le frasi di Tortosa sono eversive?

    Niente è più eversivo per lo Stato di un servitore che ne tradisce i principi. Purtroppo nel discorso pubblico, inclusi i giornali mainstream, prevale ancora la logica del bilanciamento e cioè viene detto che durante il G8 di Genova i poliziotti avranno anche commesso dei reati ma i manifestanti hanno travalicato la legge. Ebbene, niente minaccia maggiormente la democrazia di questo ragionamento perché la polizia non può compiere reati, per nessuna finalità, ed è molto inquietante quando questo accade. Come magistrati lo scrivemmo al termine dell'inchiesta: a Genova la polizia si è mossa secondo la logica del nemico nei confronti di coloro che manifestavano, un "noi e loro" che giustificava le azioni degli agenti e dei loro vertici. Un discorso che mina il cuore della democrazia e provoca la sfiducia nelle istituzioni.

    -Possiamo dire che Tortosa ha sentito di poter scrivere quelle frasi perché qualcuno poi l'avrebbe perdonato?

    L'atteggiamento di questo poliziotto è generato dalla copertura che ha ricevuto dai vertici. Il processo Diaz ha svelato una pratica ancora più disgustosa e cioè la copertura della tortura. La Cassazione parla di "violenza inusitata", ma anche di una "scellerata operazione mistificatoria perpetrata dai vertici della polizia": entrambi gli elementi sono stati poi confermati dalla recente sentenza della Corte di Strasburgo. Di questo secondo aspetto non si parla e anche la politica evita l'argomento. Così si lascia in qualche modo aperto il pensiero che un poliziotto è un buon poliziotto anche quando sbaglia.




    • COMMENTI
    • Facebook Comments

    0 commenti:

    Posta un commento

    Item Reviewed: Espulso dalla Polizia Fabio Tortosa, il poliziotto che rivendicava il massacro alla Diaz Rating: 5 Reviewed By: Redazione
    Scroll to Top