728x90 AdSpace

  • News

    Powered by Blogger.
    mercoledì 12 febbraio 2014

    Fini-Giovanardi incostituzionale. Ilaria Cucchi: "Senza la legge mio fratello sarebbe ancora vivo"

    La Fini-Giovanardi è incostituzionale. Parola della Consulta, che ha bocciato la legge che, dal 2006, equipara le droghe leggere a quelle pesanti.
    “Non dico niente finché non vedo i nostri consulenti giuridici”. E’ laconico il primo commento di Carlo Giovanardi al pronunciamento della Consulta che ha dato il benservito alla normativa sulle tossicodipendenze. Poi, nel giro di pochi minuti, cambia idea: “I giudici scavalcano il Parlamento”. Anche Maurizio Gasparri la prende male: “La Corte costituzionale non è un organo di garanzia ma di demolizione”. 
    Non ci voleva certamente la Corte Costituzionale per capire che la Fini-Giovanardi era un vero e proprio "mostro", basti guardare quanti ragazzi sono stati arrestati quando è ovvio invece che ragazzi con "problemi" di tossicodipendenza non dovrebbero assolutamente essere mandati nel moderno lager che chiamiamo carcere, anzi...


    “Se la legge Fini-Giovanardi non ci fosse stata, non staremmo qui a parlare di un caso Cucchi”. Subito dopo la bocciatura, da parte della Consulta, dell’equiparazione tra droghe leggere e droghe pesanti prevista dalla legge, parla Ilaria Cucchi, sorella di Stefano morto il 22 ottobre 2009 nel reparto detentivo dell’ospedale Pertini di Roma, una settimana dopo il suo arresto. Era stato trovato in possesso di venti grammi di hashish. “Adesso – afferma Ilaria – la politica trovi il coraggio di svuotare le carceri”. 
    Stefano Cuchhi è solo una delle molteplici vittime della Fini-Giovanardi... Ma Fini e in special modo Giovanardi ce l'hanno una coscienza?









    • COMMENTI
    • Facebook Comments

    0 commenti:

    Posta un commento

    Item Reviewed: Fini-Giovanardi incostituzionale. Ilaria Cucchi: "Senza la legge mio fratello sarebbe ancora vivo" Rating: 5 Reviewed By: Redazione
    Scroll to Top